Image/collage_new_santa_lucia.jpg
Image/collage_santa_lucia_2.jpg
Image/collage_new_2_santalucia.jpg
Image/hotelsantalucia_napoli_homepage_1.jpg
Image/hotelsantalucia_napoli_homepage_2.jpg
Image/hotelsantalucia_napoli_homepage_3.jpg
Image/santa.jpg

Mostra Impossibile

Mostra Impossibile

Convento di San Domenico Maggiore 
3 Dicembre 2013 - 31 Agosto  2014

La "mostra impossibile" di Leonardo, Raffaello e Caravaggio con il suo immenso e fascinoso effetto di suggestione e di potenza pedagogica è un esempio virtuoso di quanto l'arte e, in generale, la cultura umanistica, possano trarre vantaggio dalle nuove tecnologie digitali, soprattutto in termini di divulgazione. .
La storia dell'arte è segnata dal succedersi di svariate tecniche di riproduzione: dalla xilografia all'acquaforte, dalla puntasecca alla litografia, dalla fotografia analogica a quella digitale. La riproducibilità è, in questo senso, proprio un tratto distintivo del moderno.
Il carattere didattico della mostra ci induce a pensare che il convento di San Domenico possa diventare, in questi mesi, una "Casa della cultura digitale", una sorta di laboratorio per i giovani dell'Accademia di belle arti e per i "nativi digitali" che si misurano con le nuove forme di comunicazione, con i linguaggi dei nuovi media e con le potenzialità insite nell'incontro tra cultura umanistica e cultura scientifica. Bellezza e verità si apriranno a un dialogo che, ne siamo certi, coinvolgerà migliaia di giovani e tanti visitatori.
 "La mostra impossibile" farà anche da cornice a convegni, conferenze e spettacoli che prendono spunto dalla vita e dalle opere dei tre grandi artisti; ma anche momenti di discussione e confronto sul tema benjaminiano che fa da sfondo a questo progetto: "l'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità digitale"

Complesso monumentale  di San Domenico Maggiore